Cerca in News Spazio

mercoledì 11 agosto 2021

Rapporto dell'Ufficio dell'Ispettore Generale NASA: "L'allunaggio del 2024 non è fattibile!"

(Credit NASA, Jason Roberts)

NEWS SPAZIO :- L'Ufficio dell'Ispettore Generale della NASA (NASA OIG, NASA Office of Inspector General) è un organismo dell'ente spaziale USA che effettua una supervisione obiettiva ed indipendente dei vari programmi e delle operazioni della NASA. I risultati vengono riferiti all'Amministratore, al Congresso ed al pubblico.

Ieri è uscito un report, eccolo qui sotto


che costituisce il resoconto dell'analisi dello stato nella realizzazione delle tute spaziali di nuova generazione xEMU da utilizzare sul suolo lunare per il programma Artemis.

Il contenuto non è per niente incoraggiante ed il risultato potrebbe portare all'impossibilità di centrare il grande obiettivo perseguito con forza dalla NASA del ritorno di esseri umani sulla Luna nel 2024. Vediamo i punti essenziali di questo report.


Secondo l'attuale pianificazione NASA, i primi due esemplari delle tute xEMU devono essere prodotti entro novembre 2024. Ma questo obiettivo per essere raggiunto pone sfide significative all'Agenzia.

La programmazione infatti ha accumulato circa 20 mesi di ritardo durante tutte le fasi, progettazione, verifica e collaudo delle nuove tute, realizzazione di due tute per i test di qualificazione, di una tuta per la ISS e di due tute per il volo lunare.
Questi ritardi sono attribuibili principalmente a carenze di finanziamenti, agli inevitabili impatti dovuti al COVID-19 ed alle sfide tecnologiche affrontate.

Il risultato è che, secondo l'OIG, non è rimasto alcun margine per centrare l'obiettivo di consegnare le due xEMU pronte per il volo del 2024. Dati i requisiti di integrazione, si ipotizza che le due tute non potranno essere pronte per il volo almeno fino ad aprile 2025. Ed a quel punto, la NASA avrà speso più di un miliardo di dollari per il loro sviluppo.

La conclusione del report è che dati questi ritardi, la corrente pianificazione dell'Agenzia per la missione lunare con equipaggio del 2024 non è fattibile.

Ciò detto, continua il report, i ritardi nella produzione delle xEMU non sono l'unico motivo che incide sulla tempistica del programma NASA di ritorno sulla Luna. In un precedente report, l'OIG aveva identificato significativi ritardi anche in altri importanti programmi essenziali per Artemis, inclusi il programma del lanciatore SLS (Space Launch System) ed il programma della capsula Orion.
Si aggiungono anche i ritardi legati allo sviluppo del lander lunare (HLS, Human Landing System), alle proteste per l'aggiudicazione del relativo contratto, recentemente sbloccato dopo le conclusioni del GAO. Ne abbiamo parlato qui


Insomma, la situazione sembra essere complicata. Da segnalare, un tweet di Elon Musk nel quale si offre per dare una mano alla NASA a centrare l'obiettivo. Eccolo
Ancora una volta, Stay Tuned!

11 commenti:

  1. Mi è sfuggita una cosa. Ma Elon Musk ha anche una fabbrica di tute spaziali o le fa cucire a mano da sua nonna?

    RispondiElimina
  2. La Nasa dorme e non piglia pesci; ELON SALVACI TU !!!
    Nico

    RispondiElimina
  3. Si effettivamente magari riesce nell allunaggio ma poi le attività sulla superficie come le svolge?

    RispondiElimina
  4. Mi ha sorpreso sapere che sono anche le tute a non rendere possibile l'allunaggio!!
    Premetto che ho sempre pensato che la data del 2024 per l'allunaggio fosse quasi impossibile ma per altri hardware;
    l'incognita più grande rimane il lander! Si ragazzi, anche se sono un grande fan di SpaceX ciò che stanno facendo non è mai stato pensato prima, quindi farlo significa superare molte sfide tecnologiche che non hanno precedenti!
    Poi credo che SLS abbia un problemino ...
    Ne riescono a fare 1 all'anno!? E se qualcosa va storto?

    I tempi biblici per fare nuovo hardware alla NASA lascia basiti, una montagna di denaro e tempi lunghissimi!!
    La mia idea per risolvere il problema tute? Rifare quelle che hanno già testato sul campo, magari con piccole modifiche o anche senza, per la prima missione dovrebbero andare bene.
    Che trovassero nel bilancio qualche milione, non miliardo di dollari^_^! per rifare queste gloriose tute!!

    By Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volendo essere romantici si potrebbe consigliare alla NASA di riusare le tute di Apollo...

      Elimina
    2. Sergio la Nasa è "vecchia" senza idee, anche SLS è una fotocopia più grande del Saturno 5, non è Spacex che tenta di fare innovazione, ma bene che ci sono soldi pubblici e dovevano andare sul sicuro però ; apro una piccola parentesi Tesla(quindi Musk) ha presentato il Tesla bot, un androide, tanto per farvi capire la differenza tra chi cerca innovazione subendo tante chiacchere contro e chi parla da decenni, illudendo la gente, e resta al palo.
      Nico

      Elimina
    3. "La mia idea per risolvere il problema tute? Rifare quelle che hanno già testato sul campo, magari con piccole modifiche o anche senza, per la prima missione dovrebbero andare bene.
      Che trovassero nel bilancio qualche milione, non miliardo di dollari^_^! per rifare queste gloriose tute!!"

      Sergio siamo in sintonia^_^, il "campo" di cui ho scritto è quello lunare heheh!

      Elimina
    4. Nico, NASA ed il sistema politico che ne decide il programma spaziale ed i fondi per attuarlo è si lento e sprecone ma porta a termine alcuni dei programmi spaziali più innovativi di sempre!
      Tanto per rimanere nel presente o nel prossimo futuro cito:
      Lo stesso ritorno americano sulla Luna per avviare una presenza stabile su di essa necessiterà lo sviluppo di molta tecnologia, il fatto che come landing è stata scelta SpaceX dice molto del cambiamento in atto..

      Mars Sample Return (Mars sample-return mission)
      di cui vediamo già operativo su Marte il rover Perseverance che metterà al sicuro i carotaggi!

      James Webb Space Telescope!

      Nico non puoi sostenere veramente che NASA non faccia innovazione!

      Elimina
    5. Ciao Simo non dico che la Nasa non faccia innovazione, vedi anche il NIAC, che studia nuove forme di esplorazione e propulsione; ma che è lentissima e spesso vuole andare sul sicuro, ritardando nuovi sistemi tecnologici. Dovrebbe essere più coraggiosa come ai tempi delle missioni Apollo, li era pionieristica e all'avanguardia a livello tecnologico.
      Nico

      Elimina
    6. Tieni conto che la NASA è un organismo pubblico con tutto quello che ne consegue per i finanziamenti. E comunque ricorda che è la NASA che sta "stimolando" il settore privato a creare nuovi asset di cui sarà cliente.

      Elimina
  5. E non solo le tute...

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.