Cerca in News Spazio

sabato 3 agosto 2019

La NASA annuncia una nuova Call dedicata alle aziende private per la prossima fase dei servizi di trasporto cargo verso la Luna

(Credit NASA)

NEWS SPAZIO :- La NASA ha annunciato una nuova call per l'industria aerospaziale privata per la partecipazione ai propri Commercial Lunar Payload Services (CLPS), i servizi di trasporto spaziale per portare payload scientifici nel sistema Lunare, in orbita ed al suolo.

La nuova call si aggiunge alle iniziative NASA che abbiamo già visto nelle settimane scorse


L'idea è quella di continuare a stimolare il mercato privato per superare i limiti dell'attuale tecnologia per supportare la prossima generazione di veicoli spaziali per poter portare sulla Luna payload sempre più grandi.

Siamo all'interno del programma Artemis per il ritorno sulla Luna a partire dal 2024.



Per adesso la NASA prevede la necessità di piccoli e medi payload, per permettere l'effettuazione di tutta una serie di investigazioni scientifiche che possano fare da supporto agli obiettivi di esplorazione umana.

I payload futuri potrebbero essere rover, generatori di energia elettrica, esperimenti scientifici, e dimostratori tecnologici.

Thomas Zurbuchen (NASA Associate Administrator per il Science Mission Directorate): "I nostri partner commerciali ci stanno aiutando a far progredire la nostra scienza Lunare in un nodo senza precedenti. Dando maggiori opportunità ai fornitori commerciali attraverso il CLPS, stiamo ampliando le nostre capacità per effettuare nuove misurazioni e nuovi sviluppi tecnologici che gli scienziati hanno da tempo desiderato fare sulla Luna".

Ed aggiungo io con "l'effetto collaterale" di far creare in queste aziende nuovi assett spaziali da riutilizzare per nuovi compiti e nuovi business. La vogliamo chiamare economia spaziale?

Le aziende che verranno selezionate in questa call si uniranno ai nove fornitori CLPS per i quali sono già stati effettuati contratti per fornire servizi sulla superficie Lunare per supportare le priorità di esplorazione NASA ed usare la Luna come terreno di prova per sistemi e tecnologie che consentiranno agli esseri umani di esplorare Marte.

Il progetto CLPS è focalizzato su di un veloce ritorno alla Luna e fa progredire obiettivi scientifici e tecnologici su molti fronti, proprio per mezzo delle aziende selezionate, in grado di competere per un servizio di trasporto spaziale di payload.

Steven Clarke (NASA deputy Associate Administrator per l'esplorazione scientifica): "Il programma Artemis integra i nostri obiettivi di scienza e di esplorazione umana e stiamo utilizzando i nostri partner commerciali per aiutare a raggiungere tali obiettivi secondo un approccio innovativo ed economico. La capacità di far allunare payload più pesanti sulla superficie Lunare è un servizio per cui la NASA ha un vivo interesse. Non vediamo l'ora di ricevere proposte innovative e possibilmente più partner per far avanzare cià che abbiamo già iniziato con CLPS".

I contratti CLPS sono contratti a tempo indeterminato, per consegne di quantità non determinate per un valore massimo combinato di 2.6 miliardi di dollari fino al 2028.

Fonte dati, NASA.

2 commenti:

  1. Altra notizia molto interessante, sono curioso di vedere questi progetti divenire realtà.

    RispondiElimina

Chiunque può liberamente commentare e condividere il proprio pensiero. La sola condizione è voler contribuire alla discussione con un approccio costruttivo e rispettoso verso tutti. Evitate di andare off-topic e niente pubblicità, grazie.